fbpx

Il Livello di Carico Aerodinamico

Ciao Top driver!

In questo articolo analizzeremo cos’è il livello di carico aerodinamico e come questo importante parametro influenzi lo stile di guida in pista.

Prima di scendere in pista, è fondamentale fare alcune analisi che nei prossimi articoli ti aiuterò a compiere.

Per ora, focalizziamoci sul livello di carico aerodinamico.

Per livello di carico aerodinamico si intende la capacità di produrre deportanza per poter tenere la monoposto sempre incollata a terra.

La prima analisi da fare è quella di identificare il livello di carico aerodinamico richiesto dal circuito (basso, medio, alto).

Ricorda: a ogni livello di carico aerodinamico corrispondono vantaggi e svantaggi, e solo trovando un buon compromesso si può essere veloci in tutti i settori del circuito.

Impostando un elevato carico aerodinamico la frenata migliorerà da subito, sia in distanza che in stabilità della monoposto. Riuscirai anche ad avere una migliore trazione in uscita dalle curve e nei cambi di direzione la vettura sarà più stabile e precisa. Con un elevato carico aerodinamico, inoltre, sarà possibile portare tanta velocità in ingresso e in percorrenza curva ed essere molto efficaci nei settori tortuosi.

Tuttavia, il dazio da pagare per un carico aerodinamico alto è la velocità in rettilineo: questa, infatti, diminuisce all’aumentare del livello di carico aerodinamico.

Una vettura con basso carico aerodinamico (detta in gergo “scarica”) è molto più veloce nei rettilinei rispetto ad una vettura con maggiore carico aerodinamico. Una configurazione scarica ti consentirà, dunque, di raggiungere velocità di punta elevate sui rettilinei e, di conseguenza, avere più possibilità di sorpassare un avversario o di difenderti con successo. A tal proposito, ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo sulla Gestione gara ed ERS.

Alcuni esempi pratici…

Per poter comprendere meglio questi concetti teorici, scendiamo insieme in pista negli affascinanti circuiti di Montrèal e Hockenheim.

Il Circuito di Montrèal (Canada) è una pista in cui è difficile indovinare il giusto livello di carico aerodinamico.

Nel Settore 1 è richiesto un alto carico aerodinamico per  avere un’ottima trazione e una vettura stabile in percorrenza di curva.

Come vedrai nei prossimi articoli però, non dovrai esagerare sul carico aerodinamico ma ti basterà lavorare sul bilanciamento meccanico della monoposto. Imparerai che col giusto bilanciamento meccanico potrai usare meno carico e avere lo stesso una vettura stabile e precisa sia in inserimento che in percorrenza curva.

Nel Settore 3, composto prevalentemente da lunghi rettilinei e da due punti chiari di sorpasso, si guadagna molto tempo scaricando le ali.

Il Circuito di Hockenheim (Germania) è composto da vari settori che richiederebbero, presi singolarmente, diverse configurazioni di carico aerodinamico. Come sempre, il segreto è quello di trovare il giusto compromesso per performare al meglio sia in qualifica che in gara.

Il Settore 1 richiede carico aerodinamico elevato, perché è fondamentale non perdere tempo in curva 1, nonostante la presenza successiva di due importanti rettilinei.

In curva 2 e curva 3 è richiesto un carico aerodinamico bilanciato soprattutto al posteriore per poter uscire il più velocemente possibile.

Sul rettilineo è richiesto meno carico aerodinamico possibile per avere la massima velocità.

Invece, il carico aerodinamico alto ti serve al tornantino in frenata, per uscire meglio in trazione e avere un posteriore stabile.

È davvero fondamentale trovare il giusto livello di carico aerodinamico. Come hai potuto notare, all’interno di uno stesso circuito possono esserci settori che richiedono un livello di carico differente.

Per determinare il livello di carico ideale, vanno presi in considerazione anche altri fattori, come il tipo di asfalto e il grip che offre la pista. Questi fattori influenzano diversi aspetti dello stile di guida (frenata, trazione, tenuta laterale).

Qui il gioco si fa duro, ma non ti preoccupare: insieme impareremo tutto ciò che è necessario per diventare un vero Top Driver!

Se vuoi diventare davvero un Pilota Vincente devi avere la mentalità di un professionista, e un professionista analizza tutti i dettagli e mette in campo tutto se stesso per raggiungere gli obiettivi.

Metti in pratica questi consigli, dacci dentro e, come sempre, nel dubbio tieni giù!