F1 23 Videoanalisi – Austria | Giuseppe Seidita

Ciao Top Driver!

Benvenuto in un nuovo articolo del blog realizzato in collaborazione con il Coach ADT Giuseppe Seidita

Oggi ti mostriamo nel pratico come si svolge una nostra Videoanalisi.

Scoprirai cosa sia, come avvenga e soprattutto i consigli del Coach per migliorare l'esecuzione delle traiettorie durante il giro.

Per quest'esempio, ci troviamo in Austria, sul Red Bull Ring.

Impara ad affrontare ai raggi X questo tracciato piuttosto divertente.

Spielberg è una pista molto didattica per quanto riguarda la frenata.

Ci sono delle frenate forti in cui è fondamentale modulare il freno e avere un corretto punto di staccata.

Inoltre, è anche richiesta una buona gestione del veicolo in trazione perché, spesso e volentieri, si riparte da velocità basse per poi entrare in un T3 veloce in cui bisogna far scorrere la vettura e portare tanta velocità di percorrenza.

Una delle piste più corte del mondiale, ma non priva di insidie.

Bando alle ciance e iniziamo subito!

Curva 1: Niki Lauda

Buona interpretazione della frenata.

Ottima la fase di trail-braking e l'inserimento in curva.

L'unico problema è che il Pilota, per qualche cm, tocca il bump giallo.

Il cordolo va aggirato, circumnavigato.

Toccando quel bump, il Pilota avrà, in uscita, una linea più esterna, con meno possibilità di agganciare la vettura con il gas il prima possibile a causa dell'eccessivo quantitativo di angolo volante.

Ciononostante, aggancia piuttosto bene mantenendo un'ottima velocità di percorrenza.

Proseguiamo verso curva 3.

Curva 3: Remus

Anche qui: frenata TOP.

Non è buono, invece, l'aggancio della vettura con il gas.

Aggancio con poco gas.

Avrebbe dovuto richiamare subito un 50% per far ruotare il posteriore e poi aumentare progressivamente l'erogazione sino al 100%.

Invece, fa esattamente l'opposto.

É modulare nella fase iniziale, poi spinge di netto il pedale sino ad arrivare quasi al 100%.

Infatti, quest'errore fa scomporre, pattinare la sua monoposto, perdendo di slancio lungo il rettilineo successivo.

Più gas in aggancio, più "accompagnamento" della vettura sino al 100%.

Curva 4: Schlossgold

Il Pilota esegue, ancora una volta, una frenata eccezionale.

Andando alle note dolenti:

  • Qui il Pilota avrebbe dovuto innestare la terza anziché restare in quarta.
  • Ancora una volta, dà pochissimo gas in aggancio.
  • Temporeggia troppo prima di arrivare full-gas, perdendo in ottica lap-time.

Deve avere fiducia della macchina in esecuzione di questa curva.

Curva 6: Rauch

Il nostro Pilota dimostra, ancora una volta, di padroneggiare la giusta tecnica di frenata.

Poco freno, due scalate per far direzionare la monoposto in curva, attestandosi in una buona posizione all'interno della curva.

Però, a rovinare la festa, è ancora una volta la fase di trazione.

Resta per troppo tempo in transizione.

Sarebbe dovuto arrivare full-gas una volta toccato l'apex, come indicato dalla stanghetta gialla in foto.

Invece, ci arriva piuttosto in ritardo.

Curva 7: Wurth

Qui ci sono diversi errori.

Prima di tutto, deve eseguirla in sesta senza innestare, prima della curva, la settima.

Inoltre, deve sfruttare di più la pista in approccio, con l'anteriore destra che deve calpestare la riga bianca.

Ma la cosa più grave è che qui non si frena.

Si alza il piede dal gas nel punto in cui il Pilota ha azionato il pedale del freno, ma andando in transizione per un istante.

Dopodiché, quasi giù tutto in sesta, gestendo la linea.

Traiettoria fluida, tonda per portare più velocità.

Curva 9: Rindt

L'errore è a monte.

Il Pilota sta cominciando la manovra di inserimento ancor prima di frenare.

Non è un qualcosa di grave, però va cominciata non appena si va sul freno, un po' più in avanti.

Si entra in sesta, senza puntare troppo l'interno come nella foto (la causa è proprio l'inserimento troppo anticipato).

Qual è la conseguenza?

Si tocca il cordolo interno, da non prendere perché scompone la vettura, portandola troppo esterna.

Qui è fondamentale avere una vettura stabile, perché subito questa curva da 260 km/h, vi è un'altra molto rapida.

Per cui, va fatta in questo modo.

Ottava, pizzico di freno ritardato (come l'inserimento) e subito gas al 90% per farla ruotare.

Ricorda, è vietato toccare il cordolo interno.

In gara, può causare incidenti piuttosto gravi.

Curva 10: Red Bull Mobile

La linea è giusta.

Tuttavia, si può migliorare sotto determinati aspetti.

Innanzitutto, va eseguita in quinta velocità anziché richiamando la quarta.

Poi, viene sfruttata poco la pista (conseguenza dell'errore in curva 9).

Per il resto, l'aggancio del gas, semplice, è corretto.

Via verso il traguardo con un 1:04:134, circa 1 secondo dai tempi eSports.

Non male, ma c'è parecchio margine, soprattutto nel T2.

Puoi guardare questa video-analisi anche sul nostro canale YouTube:

Ricorda che andare forte su F1 è un processo lento, delicato e faticoso.

Devi impegnarti duramente e investire su te stesso se vuoi ottenere i risultati a cui aspiri in pista e raggiungere i tuoi obiettivi.

In pista NON sei l'impiegato, l'avvocato, il salumiere, l'operaio, il padre di famiglia, lo studente della vita di tutti i giorni.

Sei un Pilota e come TALE devi agire, girando, girando e girando, con perseveranza e dedizione.

Vedrai che i risultati arriveranno, se adotti un Metodo, un Sistema ben collaudato e studiato appositamente per TE.

Immagina il brivido, la scossa di adrenalina che si prova quando si porta al limite la propria vettura e arrivi per primo al traguardo di una corsa.

Immagina la felicità, la botta di orgoglio e di autostima che avrai quando raggiungerai tutti i tuoi obiettivi su F1.

Immagina di poterti rivedere in pista, mentre ottieni un Podio o vinci una Gara.

Non sarebbe bello essere in grado di fare DA SOLO tutto ciò che vuoi, come ottenere pole e vittorie, vincere campionati?

Noi siamo in grado di aiutarti sia nel darti tutti gli strumenti e le conoscenze necessarie per portarti ad essere un Pilota forte, veloce e consapevole delle proprie capacità, fornendoti un percorso di miglioramento cucito su misura per TE.

Noi siamo ADT Esports Academy, la prima accademia di F1 a livello mondiale.

Con oltre 15 anni di esperienza nel SimRacing, abbiamo aiutato più di 1900 piloti a rivoluzionare il loro stile di guida su F1, con alcuni che hanno raggiunto i campionati Esports.

Altri hanno semplicemente iniziato a divertirsi, migliorato le loro prestazioni e vincere gare/campionati.

Se vuoi davvero migliorare su F1, sei nel posto giusto!

Prenota una Consulenza Gratuita con un nostro Tutor!

Si tratta di una videochiamata GRATUITA nella quale analizzerai ai raggi X, insieme al Tutor, la tua situazione su F1: i tuoi problemi, i tuoi obiettivi, la tua passione, il tempo a tua disposizione.

Successivamente, se ci saranno le condizioni, imposteremo un programma di allenamento insieme ad ADT che ti porterà ad avere un miglioramento netto delle tue prestazioni!

Noi di ADT lavoriamo con il cronometro, uno strumento di valutazione che non dice mai bugie.

Il cronometro è lì, e se non segna un tempo migliore significa allora che non siamo stati in grado di farti migliorare.

Quindi, non abbiamo nulla da nascondere: o ti facciamo abbassare i tempi…o ti facciamo abbassare i tempi lo stesso!

Un saluto e nel dubbio tieni giù!

ALTRI ARTICOLI:

ALTRI ARTICOLI: